Monster&co!


mosnter-blog
La settimana scorsa sono stata a vedere una mostra in un’insolita location! In un seminterrato, sede di un alquanto estroverso negozio di parrucchieri, contenitore perfetto per la mostra di Alessandro Acerra, che definirei “giovane eco artista”!

Al di là del fatto che in quanto “nota folle matta amante di mostriciattoli”  e, chi mi conosce bene lo sa, non avrei potuto farmela sfuggire, la cosa che più mi ha incuriosita è il modo in cui lui crea questo fantastico mondo fatto di molteplici personaggi colorati! Il tutto prende vita da un oggetto che già in precedenza aveva avuto una sua vita ed una sua storia. Il tutto seguendo la teoria del riciclo…”nulla si crea, tutto si riicicla“!

Così incuriosita da questa “insolita arte”, ho contattato Alessandro per fargli qualche domanda e capire come e da dove sia partita questa storia..

 

°Osservando i tuoi lavori, ne vien fuori da subito un bellissimo messaggio  “Tutto è riciclabile”.  Come hai iniziato a creare la tua arte secondo questo concetto,  da cosa è scaturito tutto?

 Questo è il titolo della mia tesi di laurea in eco design presso Accademia di Brera (mi).

LA SFIDA DEL NUOVO MILLENIO NULLA SI CREA TUTTO SI RICICLA

Progettare e costruire, sono atti che comportano la responsabilita’ di non innescare meccanismi che si ritorcano contro le esigenze umane. Controllare il ciclo vitale di un prodotto significa sostituire al tradizionale modo “lineare” (PRODUZIONE-USO-DISCARICA) di intendere  la produzione una nuova interpretazione di tipo circolare, in cui il ciclo della materia diventa continuo cioe’ chiuso (PRODUZIONE-USO-RICICLAGGIO-NUOVA PRODUZIONE).

La nostra mente e’ il luogo dove ogni cosa nasce, e nel quale ogni oggetto futuro ha la sua prima rappresentazione incoscia e simbolica.

°Parliamo dei tuoi eco toys , da dove prendi ispirazione?

Rendere i personaggi del mio marchio,  Hibu,  anche tridimensionali è la partenza degli eco toysSì,  perchè questi colorati eco-toys mangiano la spazzatura!  A seconda delle dimensioni possono divertare piccoli e originali cestini da scrivania che vanno pazzi per tutte le carte o documenti da cestinare, passando da contenitori per giochi per bimbi a veri e propri divani da 3/4 posti,  che arricchiranno il vostro spazio con una presenza ironica e colorata con un forte anima eco. Non solo, ogni Eco-toys  è un pezzo assolutamente unico,  fatto a mano,  in ogni singolo esemplare, numerato e firmato  per soddisfare anche i feticisti del collezionismo.

°Mi hannno colpita anche gli “orecchini Hibu”, adatti a chi non è una ragazza “chupa chups”, come dici tu! Eheh… mi spieghi questa definizione?

Gli orecchini HIBU  fanno parte di una collezione unica.  In sintonia con la moda degli orecchini giocattolo che vede hello kitty sorriderci dai lobi di molte fanciulle,  i soggetti dei miei orecchini s’inseriscono in questo contesto ludico per destabilizzarlo mantenendo un profilo originale. Infatti, le forme scelte appartengono anche loro alla grande famiglia dei giocattoli, ma nascondono un qualcosa di inquietante,  la serie dei soldatini in contrapposizione alla tenera Hello Kitty. Sembrano tutto,tranne che i protagonisti di un mondo zuccheroso e fiabescoQuest’aderenza alla realtà è l’ingrediente che li rende ironici e anticonformisti,  un’alternativa per chi non si sente una ragazza chupa chups.

°Arte Fiera ed Oliviero Toscani, che cosa mi racconti? Immagino che questa domanda te l’abbiano già fatta molte volte, quindi ti chiedo di rispondermi come vuoi tu, anche con tre semplici aggettivi.

Inizio questa risposta a te  con una domanda a me stesso che mi farò tra 50 anni almeno da ora. Non sò, se faccio sono o diventerò un designer o un artista, poco importa. Faccio arte, se cosi si chiama perché, mi piace contaminare la realtà  con  ciò che penso.. Quello di Arte fiera 2008 Bologna non è altro che un mio sfoco rappresentato, senza dare spiegazioni a nessuno, è piaciuto ad  Oliviero perché era piena di energia e semplicità nel suo essere.  Alla fine risultava come una bomba comunicativa che era impossibile non vedere. Il titolo ha fatto il resto  “IL MECENATE E’ MORTO”.

° Nel mio blog, ogni articolo che scrivo lo associo ad una canzone, che mi ricorda il sapore, colore e  gusto di quella cosa che sto raccontando, mi piace l’idea di associare la musica ad un ricordo ben preciso, in modo che il lettore possa immedesimarsi un pò di più e percepire le  mie emozioni ! Questa volta lascio il compito a te e ti chiedo di dirmi,così di getto, la prima canzone che ti viene in mente dopo quest’intervista.  

Bob Marley, “Natural Mystic“.

 

A questo punto, spero di avervi incuriosito un pò sulle opere di questo estroso designer, potete trovare tutti i suoi eco toys sul suo sito, www.hibu.it , curiosare, commissionare il vostro eco-toys personalizzato o la vostra eco t-shirt! Se ci fossero meno pensieri negativi e più simpatici, colorati  mostriciattoli in questo mondo, forse ci stresseremmo meno e sorrideremmo un pochino di più! 

P.s. special thanks to Yari e Bully per il gancio!!!

b0012

 


 





 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

2 thoughts on “Monster&co!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...